Traduzione legalizzata o legale

A complicare un po’ la materia sulle traduzioni ufficiali si aggiunge un uso ambiguo dell’espressione “Traduzione Legalizzata“. L’espressione viene talvolta utilizzata nell’àmbito di un linguaggio non specialistico per indicare una qualunque delle tipologie di traduzione di cui sopra.

In altri casi il termine fa riferimento alla c.d. Legalizzazione, che indica una procedura di ‘autentica di firma‘ del pubblico ufficiale davanti al quale il traduttore ha asseverato, cioè giurato, la propria traduzione.

È richiesta solo per alcune tipologie di documenti, particolarmente ufficiali e/o da far valere in giudizio all’estero, ed è sempre richiesta per gli atti che giungono in Italia (per es. certificati per la cittadinanza, certificati per la registrazione del divorzio/matrimonio in Italia, ecc.).

Ulteriormente, la dicitura “Legalizzazione” può riferirsi tanto all’autentica di firma per atti emessi in Paesi aderenti alla Convenzione dell’Aia (e in tal caso si chiama più propriamente Apostille), tanto per atti emessi da Paesi non aderenti alla Convenzione (e in tal caso si chiama Legalizzazione, stricto sensu).

In quest’ultimo senso, la traduzione legalizzata si compone di: documento originale (oppure fotocopia/scansione o copia conforme) + traduzione + verbale di asseverazione e giuramento (vedi “traduzione giurata” per info) + legalizzazione.

È tutto? No. Diciture improprie …

Esistono diciture improprie e inesatte, quali ad esempio “traduzione legale” o “traduzione giuramentada”, entrambe scorrette e calcate rispettivamente da diciture angolofone o lusofone (per es.: legal translation o tradução juramentada).

Giulia Ghizzoni è traduttore certificato iscritto all’Albo dei Periti ed Esperti della Camera di Commercio (PG, n. 714). Anche tramite colleghi fornisce traduzioni per italiano, inglese, portoghese e cinese. Tramite la collega Dr.ssa Ferro, gestise anche spagnolo, francese e tedesco.

Ha Studio in Perugia e Livorno, ma tramite spedizioni tracciabili con corriere DHL fornisce traduzioni ovunque: in Italia e nel mondo.